http://totalwargamesitalia.freeforumzone.com/http://totalwargamesitalia.freeforumzone.com/ Il forum di Total War Online ItaliaStrategy Games Italia
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 » | Next page

Elezioni 2013

Last Update: 4/10/2013 11:03 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 3,397
Patrikios
Δεσπότης Σεβαστοκράτωρ μέγας δομέστικος
Kαῖσαρ Nωβελίσσιμος
2/4/2013 10:43 PM
 
Email
 
Quote

Ne rimarrà soltanto uno ?
Che ne pensate delle elezioni italiane ?

Inizio chiaramente io.

Per me bersani non deve assolutamente vincere, pensa di risolvere tutto con le tasse (soprattutto la patrimoniale) e politiche lavorative antiquate e folli in questo momento.
Monti pensa solo alle tasse.
Grillo è un opportunista che cambia idea a seconda di come va il vento.
Berlusconi come al solito promette ciò che non può mantenere, ma la destra odierna è forse la meno peggio (e questo dice tutto sulla situazione italiana....).

Credo che alla fine nessuno vincerà davvero, forse napolitano formerà un governo vendola-bersani-monti, che sarà diviso su tutto e non riuscirà a fare nulla, fra uno o due anni si andrà alle elezioni finendo come il 2008...




"Quando ti senti eccezionalmente lucido, entusiasta, forte, quando ti senti in cima al mondo, capace di spostare le montagne, connesso al tuo sogno, all ' ideale, allora sai che hai il sole in tasca" S.B.
OFFLINE
Post: 2,239
Moirarchos
2/5/2013 9:50 AM
 
Email
 
Quote

quel che è certo che chiunque vinca (il nano o gargamella), cmq dovrà essere a capo di una coalizione, il che verrà fatto poco o nulla come sempre, vuoi perché non hai una maggioranza che te lo consente, vuoi perché passeranno il tempo a discutere di ruby, costituzioni comuniste e compagnia bella, fregandosene come al solito del paese
tanto finché magnano in italia va tutto bene per loro


"Per una scodella d'acqua, rendi un pasto abbondante; per un saluto gentile, prostrati a terra con zelo; per un semplice soldo, ripaga con oro; se ti salvano la vita, non risparmiare la tua. Così parole e azione del saggio riverisci; per ogni piccolo servizio, dà un compenso dieci volte maggiore: chi è davvero nobile, conosce tutti come uno solo e rende con gioia bene per male" - Mahatma Gandhi

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo." - Mahatma Gandhi

"You may say I'm a dreamer, but I'm not the only one" - Imagine, John Lennon

"ma é bene se la coscienza riceve larghe ferite perché in tal modo diventa più sensibile a ogni morso. Bisognerebbe leggere, credo, soltanto libri che mordono e pungono. Se il libro che leggiamo non ci sveglia con un pugno sul cranio, a che serve leggerlo? Affinché ci renda felici, come scrivi tu? Dio mio, felici saremmo anche se non avessimo libri, e i libri che ci rendono felici potremmo eventualmente scriverli noi. Ma abbiamo bisogno di libri che agiscano su di noi come una disgrazia che ci fa molto male, come la morte di uno che ci era più caro di noi stessi, come se fossimo respinti nei boschi, via da tutti gli uomini, come un suicidio, un libro dev'essere la scure per il mare gelato dentro di noi." - Franz Kafka

"Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L'indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.
L'indifferenza è il peso morto della storia. L'indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l'intelligenza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare. Tra l'assenteismo e l'indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un'eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch'io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?
Odio gli indifferenti anche per questo: perché mi dà fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti. Chiedo conto a ognuno di loro del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime.
Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l'attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c'è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." - Antonio Gramsci

http://www.youtube.com/watch?v=_M3dpL4nj3Q
https://www.youtube.com/watch?v=QcvjoWOwnn4
OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/5/2013 10:10 AM
 
Email
 
Quote

Quel che è peggio, è che il duo Bersani-Monti non solo pensa di risolvere tutto spremendo il paese fino all'ultima goccia ammazzando di tasse tutto e tutti tranne, ovviamente, la loro casta, ma quel che è ancora peggio è la loro pubblica e sfacciata promessa elettorale di renderci tutti schiavi con l'abolizione del contante ed il controllo assoluto da parte dello Stato e dei suoi sgherri (Equitalia) dei patrimoni e delle spese, anche minime, dei cittadini.
Una forma di dittatura così totalitaria che nemmeno Hitler e Stalin.

Grillo abbaia tanto, come al solito, ma poi nel concreto si rivela tutta fuffa...basti vedere ciò che hanno fatto quei pochi grillini che hanno ottenuto il governo di qualche comune: risultati disastrosi. Non sanno cosa fare né come farlo.
Un conto è votare loro come protesta, un altro è consegnare loro un ente pubblico e chiedergli di gestirlo.

Se dovesse vincere Bersani, è praticamente certa una coalizione Bersani-Vendola+Monti-Fini-Casini, cui aggiungerei eventualmente Ingroia-DiPietro, sempre ammesso che riescano a superare lo sbarramento; ma, come in tutte le coalizioni, il PD sarebbe ostaggio di questi partitelli che gli conferiscono una maggioranza numerica, e da questi sarebbe tenuto sotto ricatto...al primo sgarro gli voterebbero contro e cadrebbe tutto. Tu sei ottimista, per me non arriverebbero ai 12 mesi.

Non che Berlusconi abbia prospettive migliori, intendiamoci, comunque si dovrebbe appoggiare a Lega, Fratelli d'Italia e Destra di Storace, avendo quindi sempre una maggioranza fragile, anche se, forse, meno eterogenea e litigiosa di quella della sinistra.

Per quello che sta promettendo in concreto, Berlusconi ancora una volta si sta dimostrando l'alternativa "meno peggio", anche se meno peggio non significa necessariamente buona o migliore.
Non con questo che quanto promette sia realizzabile totalmente o facilmente (la fattibilità di un provvedimento dipende anche dall'ostruzionismo scontato dell'opposizione, visto che in italia l'opposizione quasi sempre vota contro per partito preso, non in merito all'idea), ma rispetto a lui i programmi politici dei suoi rivali, tasse a parte, sono puramente propagandistici e non scendono mai nel dettaglio, rimanendo sul vago; e questo non può di certo ispirare fiducia nell'elettore.

Personalmente ho sempre stimato il Dott. Oscar Giannino, ma non credo avrà mai una maggioranza...però è l'unico che nei programmi elettorali presenta proposte con conti alla mano dimostrando tutto quello che dice.
Forse, se entrasse in parlamento, finirebbe per sostenere Berlusconi.


Alla fine, la mia adesione sarà certamente quella al "partito del non voto", anche se, in questo Stato, anche un astensionismo di massa avrebbe infatti solo un effetto simbolico, poiché anche con una % di consensi infima, il partito con più voti verrebbe considerato vincitore pur rappresentando effettivamente solo una minoranza dell'elettorato, il che, se ci pensate, è assurdo e degno di un regime totalitario.

E comunque nessuno di questi partiti propone svolte anti-unitariste (forse con Giannino c'è qualche possibilità), cosa che, viceversa, a me sta molto a cuore.
Continuerò a portare avanti l'indipendentismo che, per principio, non può e non deve interessarsi alle poltrone romane, altrimenti si diventa leghisti.
[Edited by Xostantinou 2/5/2013 10:14 AM]



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 918
Komes
2/5/2013 10:44 AM
 
Email
 
Quote

Io sono d'accordo quasi su tutto tranne su una cosa, i pochi grillini al potere non hanno fatto così male si sono autoridotti lo stipendio del 75% e hanno iniziato ad attuare politiche veramente di sinistra.


Il problema + che non tutti i Grillini sono di sinistra e secondo me dire che le idee non sono più di destra o sinistra è una cazzata da partito di centro che cerca di convincere un po tutti e nessuno...








« (...) Noi vogliamo dunque abolire radicalmente la dominazione e lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, noi vogliamo che gli uomini affratellati da una solidarietà cosciente e voluta cooperino tutti volontariamente al benessere di tutti; noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza. (...) »
( Errico Malatesta, Il Programma Anarchico, 1919
--------------------------------------------------
Mentre il popolo pensa che l’anarchismo sia solo un violento movimento contro lo Stato, l’anarchismo è un qualcosa di molto più sottile e con varie sfumature che una semplice opposizione al potere governativo. Gli anarchici si oppongono all’idea stessa che il potere e il dominio siano necessari per l’esistenza di una società, ed in alternativa vogliono la creazione di forme di organizzazione sociale, politica ed economica cooperative e non gerarchiche. (L. Susan Brown, The Politics of Individualism)
--------------------------------------------------
OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/5/2013 10:50 AM
 
Email
 
Quote

A parte la riduzione dello stipendio il resto è irrilevante, che le loro politiche siano di destra o di sinistra può interessare solamente a chi vive ancora con il paraocchi dell'ideologia per cui è tutto giusto quello che dice la propria linea politica e tutto sbagliato quello che dicono gli altri.

Per fortuna esistono anche le persone intelligenti a questo mondo (soprattutto fuori dall'italia).



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 918
Komes
2/5/2013 10:57 AM
 
Email
 
Quote

Si si certo allora la politica di Monti cos'era?

sicuramente di sinistra...

Lo voi mi date del ragazzino innocente che non so le cose, ma fortunatamente non sono l'unico che la pensa così








« (...) Noi vogliamo dunque abolire radicalmente la dominazione e lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, noi vogliamo che gli uomini affratellati da una solidarietà cosciente e voluta cooperino tutti volontariamente al benessere di tutti; noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza. (...) »
( Errico Malatesta, Il Programma Anarchico, 1919
--------------------------------------------------
Mentre il popolo pensa che l’anarchismo sia solo un violento movimento contro lo Stato, l’anarchismo è un qualcosa di molto più sottile e con varie sfumature che una semplice opposizione al potere governativo. Gli anarchici si oppongono all’idea stessa che il potere e il dominio siano necessari per l’esistenza di una società, ed in alternativa vogliono la creazione di forme di organizzazione sociale, politica ed economica cooperative e non gerarchiche. (L. Susan Brown, The Politics of Individualism)
--------------------------------------------------
OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/5/2013 11:04 AM
 
Email
 
Quote

La politica di Monti non è né di sinistra né di destra, è CRIMINALE.



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 918
Komes
2/5/2013 11:05 AM
 
Email
 
Quote

va be ognuno la pensa a modo suo ;)








« (...) Noi vogliamo dunque abolire radicalmente la dominazione e lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, noi vogliamo che gli uomini affratellati da una solidarietà cosciente e voluta cooperino tutti volontariamente al benessere di tutti; noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza. (...) »
( Errico Malatesta, Il Programma Anarchico, 1919
--------------------------------------------------
Mentre il popolo pensa che l’anarchismo sia solo un violento movimento contro lo Stato, l’anarchismo è un qualcosa di molto più sottile e con varie sfumature che una semplice opposizione al potere governativo. Gli anarchici si oppongono all’idea stessa che il potere e il dominio siano necessari per l’esistenza di una società, ed in alternativa vogliono la creazione di forme di organizzazione sociale, politica ed economica cooperative e non gerarchiche. (L. Susan Brown, The Politics of Individualism)
--------------------------------------------------
OFFLINE
Post: 2,166
Moirarchos
2/5/2013 4:40 PM
 
Email
 
Quote

Sono d'accordo con Kost e Glauco....
ma rimango dell'Idea che il problemi dell'Italia sono della sua classe politica in Toto.
Grillo predica bene e serve per smouvere le acque ma una forza guidata da lui rischierebbe di passare il tempo a fare comizio piuttosto che a cambiare le cose nella sostanza.

Bersani e el PD....hanno sempre la stessa soluzione che soffoca l'economia senza dare dei cambiamenti significativi.

Berlusconi secondo me è un po' compromesso da cattive relazioni con altri leaders europei essendo in EU bisogna trovare un compromesso con gli altri paesi fondatori come Germania e Francia per azioni comuni in reciproco vantaggio. Lui purtroppo secondo me non gode sempre della stima dei leaders di altri paesi.
Voi mi potrete dire: chissenefrega....siamo in Italia non dobbiamo rendere conto ad altri...ma l'Italia da sola farebbe poca strada, non bbiamo più controllo sulla politica monetaria, l'EU è la soluzione per contiunare ad essere un luogo sviluppato al mondo (ho un sogno europeista :D ). Peccato perchè le riforme sul mercato del lavoro (flessibilità) sarebbero state utili.

Monti ha adottato misure severe di tasse, queste erano odiate e un po' necessarie per il debito pubblico italiano....(per evitare che il governo paghi troppo il proprio debito)....il problema che la riforma per il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari e altre misurre ovviamente a sfavore delle camere sono state respinte da destra e sinistra insieme che hanno il loro tornaconto ad utilizzare le tasse in campagna elettorale e a non dire che hanno lasciato invariati i loro stipendi quando c'era la possibilità di diminuirli....
pertanto sia PD che PDL hanno fatto una roba troppo opportunista secondo me e totalmente distaccata dagli interessi dell'Italia....

Mi sa che mi asterrò dal voto...qualsisi strada la trovo sbagliata.
anche se il diritto di votare è qualcosa che pochi paesi al mondo hanno quindi esercitarlo è giusto.


OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/5/2013 6:36 PM
 
Email
 
Quote

Che il problema sia la classe dirigente in toto credo sia fuori questione, ma va ricordato anche che i politici sono l'espressione della società che li esprime, quindi se i politici sono quello che sono è anche perché la "cultura" dell'italiano medio è degradata a quei livelli

Il sogno europeista è giusto e condivisibile, ma come Cameron io condivido lo stesso timore, ovvero il rischio che l'Europa, invece di trasformarsi in una grande Germania (nel senso di confederazioni di regioni libere ed indipendenti con solo politiche comunitarie globali in comune) si stia incamminando viceversa sulla strada di una grande italia (ovvero uno stato centralizzato e centralista governato da una casta chiusa di burocrati ed oligarchi).
Va comunque tenuto conto che quest'unione "alla cazzo", che è nei fatti un'unione di Stati e non di Popoli come progettato all'inizio, non può non dare i ben noti problemi...come può ad esempio coincidere l'esigenza tedesca di un Euro debole, in quanto la sua forza economica sta nell'export, con l'esigenza di paesi come l'italia di un Euro forte in quanto sopravvivono quasi esclusivamente di importazioni?
Purtroppo finché non si completa questa unione, questi problemi ci saranno sempre...e la colpa non è sempre ed esclusivamente di un paese (Germania), come danno ad intendere i media, bensì, come è ovvio, ogni paese membro cerca logicamente di tirar acqua al proprio mulino.

Le misure severe di Monti, come hanno detto diversi politici ed economisti europei, sono state inutili proprio perché stupide, citando Churchill: "Una Nazione che si tassa nella speranza di diventare prospera è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico."
Infatti la sua austerità avrebbe avuto ragion d'essere se avesse tagliato sprechi e privilegi della Pubblica Amministrazione e della Politica, per abbassare il debito, riducendo nel contesto alcune imposte "strategiche" per far ripartire consumi e produzione.
Monti viceversa ha lasciato invariati (quando non aumentati) spese e privilegi della Casta, ha aumentato le tasse a famiglie ed imprese, abbattendo il potere d'acquisto delle prime ed obbligando alla bancarotta le seconde, e quella miseria che ha spremuto (IMU) l'ha usata per salvare una banca (MPS) di proprietà di un noto partito politico, che stava per fallire, tra l'altro, per aver acquisito un'altra banca in fallimento, supervalutandola, per giunta attraverso un'operazione finanziaria losca a dir poco.


Esatto, una cosa che non va dimenticata è che, al di là delle scuse accampabili, tutti i partiti (dall'estrema destra all'estrema sinistra) hanno votato a favore ai vari provvedimenti durante il governo Monti, quindi è inutile adesso che tutti se ne escano da santarellini dando le colpe agli altri e dicendo di non essere stati d'accordo.


Il voto è un diritto...in democrazia; in italia viceversa è una presa per il culo.
[Edited by Xostantinou 2/5/2013 6:38 PM]



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 991
Komes
2/6/2013 12:31 AM
 
Email
 
Quote

dak28, 05/02/2013 10:44:

Io sono d'accordo quasi su tutto tranne su una cosa, i pochi grillini al potere non hanno fatto così male si sono autoridotti lo stipendio del 75% e hanno iniziato ad attuare politiche veramente di sinistra.


Il problema + che non tutti i Grillini sono di sinistra e secondo me dire che le idee non sono più di destra o sinistra è una cazzata da partito di centro che cerca di convincere un po tutti e nessuno...



L'M5S dicono i sondaggi ha un elettorato costituito in buona parte (ma non solo) da ex berlusconiani, che professa esclusivamente frasi fatte a metà tra il razzismo l'ignoranza e l'incompetenza, che strizza l'occhio agli evasori (totali e non), non ha un programma, ha dei possibili eletti che sono legati al vincolo di mandato in maniera anticostituzionale, cioè dei burattini nelle mani del duce di Genova (detto garante)

non ha sviluppato nessuna democrazia nè diretta nè interna, alcuno strumento di contatto con l'informazione, anzi controlla il fatto quotidiano dove Travaglio, giornalista che vorrebbe essere esempio, è caduto anche lui nell'intervista a sua insaputa, "nella chiacchierata tra amici al compare G." condita da blogger tanto ridicoli quanto senza cervello ...
Tutto ciò è valido a livello nazionale dove chi scrive a Grillo gli spettacoli era interessato a fondare un nuovo partito patronale o forse ad arricchirsi ed ora si trova in una situazione che non poteva prevedere, forse troppo grande anche per loro stessi..

Apre ad Al qaeda e a Casa Pound.. Ridursi lo stipendio del 75% non è una scelta consapevole dell'eletto (l'eletto M5S non ha e non potrà avere nessuna consapevolezza) ma uno strumento di propaganda politica dei boss.. Quindi che senso ha elogiarlo? Non è niente di diverso dall'esclusione di Cosentino e Dell'utri

Dov'è la sinistra e la destra (quelle vere) in tutto ciò? Che l M5S possa essere ancora valutato come esperimento di buon livello a livello locale è un conto (ma Pizzarotti non mi pare abbia fatto una gestione di grande livello) tutt'altra cosa è il progetto nazionale

Parentesi aperte da esponente "caprino" [SM=g27987] , non ho ancora deciso chi effettivamente votare e perché. In primo luogo cerco un Parlamento laico e indipendente, quindi l'accozzaglia PD-Monti rappresenta la massima espressione della falange vaticanista
Addirittura forse meglio il regime fiscale di SEL
Il programma migliore è di sicuro nelle mani di Giannino ma è troppo lontano dal'entrare in parlamento,
onestamente poi è bene analizzare quale effettivamente saranno le intenzioni dei partiti alla casella fisco.
Personalmente l'IMU sulla prima casa se rivista non la considero minimamente un problema, l'aumento dell'IVA è invece criminale. Cosi come il famigerato limite dei 1000 euro che B voglia riportare a 5000 non dovrebbe essere per buona parte della società civile un problema. Il reddito di cittadinanza a 1000 euro è ovviamente una vaccata.

ma tra promesse imbecilli e bugie di campagna elettorale pensate davvero che ci sia ancora spazio per altre tasse e quali? [SM=
g28001]




OFFLINE
Post: 918
Komes
2/6/2013 11:30 AM
 
Email
 
Quote

Io non ho mai detto che Grillo è di sinistra è proprio per quello che non lo voterò mai...








« (...) Noi vogliamo dunque abolire radicalmente la dominazione e lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, noi vogliamo che gli uomini affratellati da una solidarietà cosciente e voluta cooperino tutti volontariamente al benessere di tutti; noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza. (...) »
( Errico Malatesta, Il Programma Anarchico, 1919
--------------------------------------------------
Mentre il popolo pensa che l’anarchismo sia solo un violento movimento contro lo Stato, l’anarchismo è un qualcosa di molto più sottile e con varie sfumature che una semplice opposizione al potere governativo. Gli anarchici si oppongono all’idea stessa che il potere e il dominio siano necessari per l’esistenza di una società, ed in alternativa vogliono la creazione di forme di organizzazione sociale, politica ed economica cooperative e non gerarchiche. (L. Susan Brown, The Politics of Individualism)
--------------------------------------------------
OFFLINE
Post: 2,166
Moirarchos
2/6/2013 11:52 AM
 
Email
 
Quote

I vari partiti però non hanno votato le riforme di diminuzione degli stipendi e di altri provvedimenti nel loro totale disinteresse.

Se fossimo in un paese civile ci si potrebbe aspettare un aumento delle tasse temporaneo per aiutare l'amministrazione centrale in un paio di anni l'abolizione dell'aumento delle tasse (ma prima un taglio di spese e sprechi).
Gli Usa hanno varato più volte misure simili.
OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/6/2013 1:25 PM
 
Email
 
Quote

Sotto questo punto, Berlusconi è l'unico, tra i "grandi", ad aver apertamente promesso di dimezzare numero di parlamentari, giunte regionali/provinciali e dimezzare stipendi, pensioni e benefit di politici e manager pubblici...che poi la cosa si fermi alla propaganda elettorale, penso sia quasi certo, anche perché comunque, anche se venisse eletto e tentasse il "colpaccio", non avrebbe in ogni caso la maggioranza parlamentare per farlo.
[Edited by Xostantinou 2/6/2013 1:26 PM]



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 991
Komes
2/6/2013 4:15 PM
 
Email
 
Quote

Re:
Xostantinou, 06/02/2013 13:25:

Sotto questo punto, Berlusconi è l'unico, tra i "grandi", ad aver apertamente promesso di dimezzare numero di parlamentari, giunte regionali/provinciali e dimezzare stipendi, pensioni e benefit di politici e manager pubblici...che poi la cosa si fermi alla propaganda elettorale, penso sia quasi certo, anche perché comunque, anche se venisse eletto e tentasse il "colpaccio", non avrebbe in ogni caso la maggioranza parlamentare per farlo.




Purtroppo quando schieri tra le tue fila equilibristi del vitalizio come Scilipoti c'è ben poco da sperare: il Parlamento rimane sovrano e B. ha dimostrato di saper porre una fiducia solo quando erano in ballo i suoi interessi.. Io nn ricordo in tanti anni una sola volta in cui abbia fatto valere la sua forza istituzionale per andare contro corrente, contro i sondaggi e per il progresso. E avrebbe potuto farlo

Facile ora promettere addirittura leggi per i diritti civili quando ha rifiutato l'introduzione del reato d'omofobia, abolizione del finanziamento pubblico ai partiti scimmiottando Grillo quando sappiamo che non sarà cosi (oltretutto va ridotto non abolito), restituzione dell'IMU ad minchiam (a dir la verità sarebbe forse una buona idea se fosse garantita solo ad una piccola fascia reddito)
pacchetto di case popolari per i ceti meno abbienti (mi pare na sparata buttata li O.o) l'IRAP da quanti anni la si vuole abolire? ed Equitalia avrebbe dovuto riformarla anni fa

Su B. credo che si possa stare tranquillissimi solo sulla patrimoniale che mai ci sarà, ma credo che anche Monti sia piu che d'accordo su questo punto.
Il problema è: in tutto ciò dov'è la giustizia, la corruzione, il falso in bilancio,le carceri, i diritti per disabili e omosessuali, la legalizzazione della prostituzione e droghe leggere, le grandi opere, i tagli alla spesa pubblica e alla sanità, liberalizzazioni, departitizzazione di telecomunicazioni e banche, criminalità organizzata

inesistenti





OFFLINE
Post: 2,166
Moirarchos
2/7/2013 11:43 AM
 
Email
 
Quote

Io sto prendendo in considerazione l'idea di fare fagotto e andarmene dall'Italia se le elezioni volgeranno al peggio....magari mi ci vorranno 2-3 anni ma poi mi libererò della gogna. ma pensando a chi rimane in una situazione ben lontana dall'essere accettabile...mi viene da mettere le mani nei capelli.
OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/7/2013 12:12 PM
 
Email
 
Quote

Non sei l'unico...di certo se le elezioni le vincerà la sinistra i primi ad andarsene oltre confine saranno i miei risparmi; non intendo di certo lasciare la mia proprietà nelle mani di questi criminali
...dopo di che conto, magari a breve, di raggiungerli...
[Edited by Xostantinou 2/7/2013 12:12 PM]



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 2,166
Moirarchos
2/7/2013 3:26 PM
 
Email
 
Quote

Solo che il problema è dove andare? gli altri paesi europei non se la passano certo meglio.... bisognerebbe andare in un paese emergente.(scusate l'OT)
OFFLINE
Post: 5,967
Patrikios
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων
Βασιλεύς Πορφυρογέννητος Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
2/7/2013 3:47 PM
 
Email
 
Quote

Non è affatto vero, l'Europa non è tutta uguale (grazie a Dio), e la situazione economica dei PIGS (la I in questo caso è italia, non Irlanda che si sta riprendendo dalla crisi) non è quella del resto dell'UE.
La situazione in Germania è molto buona, la crisi di certo si sente anche là, ma è una crisi rispetto ai loro standard, rispetto all'italia là si vive ancora di lusso. Poi ci sono sempre Austria, Svizzera, Liechtenstein, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Islanda, che se continuano a stare molto bene e la crisi la sentono molto poco.
Francia e UK sono paesi in sui la situazione è già tesa o lo sta diventando, ma hanno ancora un buon margine prima di soccombere, viceversa l'Irlanda si sta pian piano risollevando da una crisi molto dura ma non drammatica.
Il bel paese è nella situazione dei paesi iberici, crisi profonda con finale alla greca in vista.

Un po' diversa è la situazione del mondo orientale: paesi UE come Rep. Ceca, Slovacchia, Ungheria e Slovenia stanno subendo la crisi abbastanza duramente, ma rispetto al loro costo della vita la situazione è un po' meno dura rispetto a noi (nel senso che i PIGS sono stati abituati per decenni a vivere al di sopra delle proprie reali capacità, loro invece sono usciti da pochi anni dalle aspre realtà del lato socialista della cortina di ferro).
Decisamente diversa è la situazione in paesi come Polonia, Serbia, Bosnia o Russia dove, a dispetto di una situazione particolarmente dura nei decenni scorsi, adesso stanno vivendo un autentico boom economico, grazie ai costi della vita molto bassi ed alle agevolazioni pubbliche che attraggono a frotte investitori esteri in fuga dalla "tassocrazia" dell'europa occidentale.

Negli USA la crisi si sente parecchio, anche se pare che pure sta volta se la caveranno con poco, poi c'è la Cina, la cui ascesa rampante pare essersi rallentata drasticamente anche perché non è possibile mantenere i prezzi stracciati degli ultimi anni contestualmente alle pretese di qualità dei mercati occidentali, indi per cui la loro concorrenzialità sta crollando (un po' come quella indiana).

L'Oceania, Singapore, il Giappone e la Corea del Sud rimangono infine stabili, anzi, la Corea è forse l'unico paese dell'area pacifica a segnare una costante e sensibile crescita.
[Edited by Xostantinou 2/7/2013 3:51 PM]



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Κωνσταντίνος ΙΑ’ Δραγάσης Παλαιολόγος,
Xρoνoκράτoρ και Koσμoκράτoρ
Ελέω Θεού Βασιλευς και Αυτοκράτορ των Ρωμαίων.





"Ci sono quattro grandi cause per cui vale la pena di morire: la Fede, la Patria, la Famiglia ed il Basileus. Ora voi dovete essere pronti a sacrificare la propria vita per queste cose, come d'altronde anch'io sono pronto al sacrifico della mia stessa vita.
So che l'ora è giunta, che il nemico della nostra fede ci minaccia con ogni mezzo...Affido a voi, al vostro valore, questa splendida e celebre città, patria nostra, regina d'ogni altra.
Miei signori, miei fratelli, miei figli, l'ultimo onore dei Cristiani è nelle nostre mani."

"Ed allora questo principe, degno dell'immortalità, si tolse le insegne imperiali e le gettò via e, come se fosse un semplice privato, con la spada in pugno si gettò nella mischia. Mentre combatteva valorosamente per non morire invendicato, fu infine ucciso e confuse il proprio corpo regale con le rovine della città e la caduta del suo regno.
Il mio signore e imperatore, di felice memoria, il signore Costantino, cadde ucciso, mentre io mi trovavo in quel momento non vicino a lui, ma in altra parte della città, per ordine suo, per compiervi un'ispezione: ahimè ahimè!."

"La sede dell'Impero Romano è Costantinopoli e colui che è e rimane Imperatore dei Romani è anche l'Imperatore di tutta la Terra."

"Re, io mi desterò dal mio sonno marmoreo,
E dal mio sepolcro mistico io ritornerò
Per spalancare la murata porta d'Oro;
E, vittorioso sopra i Califfi e gli Zar,
Dopo averli ricacciati oltre l'Albero della Mela Rossa,
Cercherò riposo sui miei antichi confini."

"Un Costantino la fondò, un Costantino la perse ed un Costantino la riprenderà”


OFFLINE
Post: 2,166
Moirarchos
2/7/2013 4:05 PM
 
Email
 
Quote

Giappone stabile??? forse non così tanto come sembra, le ultime notizie parlano delle nuove misure di Abe. cmq paesi emergenti durante le crisi non ricevono molti FDI :|
gli USA non torneranno al comando secondo me dp quello che sta accandendo.
La Germania è il primo paese dell'Unione, ma secondo me è troppo basato sulle esportazioni e anche con un euro troppo forte, rimane in pol position per la grande produttività e integrazione industraile cm diceva il sole 24 di oggi...ma sarà vero??

Mia sorella attualmente vive in Canada...forse quello insieme ad Australia e Nuova Zelanda potrebbero essere paesi interessanti.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 » | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:15 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com