Basileia Total War Italia Team
printprintFacebook
http://totalwargamesitalia.freeforumzone.leonardo.it/http://totalwargamesitalia.freeforumzone.leonardo.it/ Il forum di Total War Online ItaliaStrategy Games Italia
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Facebook  

Umilissimo e devotissimo servo

Ultimo Aggiornamento: 04/07/2017 21.42
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 15
[IMG]http://im3.freeforumzone.it/up/38/35/1267858010.png[/IMG]
Stratiotes
03/07/2017 12.53
 
Email
 
Quota

Mi presento a voi nuovamente.
Vorrei offrire i miei umili servigi per le descrizioni e la ricerca storica. Basta che la corte mi dia dei compiti, e io li eseguirò al meglio.
Mi metto ai vostri comandi. Non vorrei aprire nuove discussioni nella sezione sbagliate o causare altri inconvenienti analoghi.
Magari per iniziare possiamo parlare in questa discussione, o in altra sede, se vi risulta più comodo.
P:S: Ringrazio anticipatamente andry e Glauco per avermi riammesso tra i ranghi, dopo averli in passato abbandonato in maniera così disonorevole e meschina...
[Modificato da Lodovico Manin 03/07/2017 13.07]

"Quantunque siemo con l'animo molto afflitto e conturbà, pure dopo prese con una quasi unanimità le due Parti anteriori, e dichiarita così solennemente la pubblica volontà, anche Nu semo rassegnadi alle divine disposizion. [...] La Parte che se ghe presenta no xe che una conseguenza de quanto Le ha già accordà con le precedenti [...]; ma due articoli ne reca sommo conforto, vedendone assicurada con uno la nostra Santa Religion, e con l'altro li mezzi di sussistenza per li nostri concittadini Segretarj et altri benemeriti, ai quali tutti la vien promessa. [...] Xe necessario però accordar a sti Conferenti le facoltà indicate, mentre ne vien minacià sempre el ferro e el fogo se non se aderisce alle loro ricerche; e in adesso semo circondadi da 60.000 uomini caladi dalla Germania, vittoriosi ed in conseguenza liberadi dal timor dele Armi austriache. [...] Chiuderemo dunque, come ben se deve, col racomandarghe de rivolgerse sempre a Dio Signor e alla Madre sua santissima, onde i se degni dopo tanti flagelli, che meritamente per le nostre colpe i n'ha fatto provar, i vogia riguardarne con gli occhi della loro misericordia, e sollevarne almeno in qualche parte da tante angustie che ne opprime". (Lodovico Manin, ultimo doge della Serenissima Repubblica di Venezia, rivolto al Maggior Consiglio, nel corso della seduta tenutasi il 12 maggio 1797, giorno della caduta della Repubblica).
OFFLINE
Post: 2.239
[IMG]http://im3.freeforumzone.it/up/38/35/1267858010.png[/IMG]
Moirarchos
03/07/2017 13.49
 
Email
 
Quota

Rieccoci
Se vuoi aprire un altro thread di presentazione fai pure, magari qualcuno non ha capito bene [SM=x2742468]

Comunque potresti aprire un thread in questa sezione, oppure continuare nella discussione già presente, come preferisci ;)

[IMG]http://i.imgur.com/F1MQ19A.png[/IMG]
"Per una scodella d'acqua, rendi un pasto abbondante; per un saluto gentile, prostrati a terra con zelo; per un semplice soldo, ripaga con oro; se ti salvano la vita, non risparmiare la tua. Così parole e azione del saggio riverisci; per ogni piccolo servizio, dà un compenso dieci volte maggiore: chi è davvero nobile, conosce tutti come uno solo e rende con gioia bene per male" - Mahatma Gandhi

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo." - Mahatma Gandhi

"You may say I'm a dreamer, but I'm not the only one" - Imagine, John Lennon

"ma é bene se la coscienza riceve larghe ferite perché in tal modo diventa più sensibile a ogni morso. Bisognerebbe leggere, credo, soltanto libri che mordono e pungono. Se il libro che leggiamo non ci sveglia con un pugno sul cranio, a che serve leggerlo? Affinché ci renda felici, come scrivi tu? Dio mio, felici saremmo anche se non avessimo libri, e i libri che ci rendono felici potremmo eventualmente scriverli noi. Ma abbiamo bisogno di libri che agiscano su di noi come una disgrazia che ci fa molto male, come la morte di uno che ci era più caro di noi stessi, come se fossimo respinti nei boschi, via da tutti gli uomini, come un suicidio, un libro dev'essere la scure per il mare gelato dentro di noi." - Franz Kafka

"Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L'indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.
L'indifferenza è il peso morto della storia. L'indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l'intelligenza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare. Tra l'assenteismo e l'indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un'eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch'io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?
Odio gli indifferenti anche per questo: perché mi dà fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti. Chiedo conto a ognuno di loro del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime.
Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l'attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c'è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." - Antonio Gramsci

http://www.youtube.com/watch?v=_M3dpL4nj3Q
https://www.youtube.com/watch?v=QcvjoWOwnn4
OFFLINE
Post: 3.386
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/83/938850697.png[/IMG]
Patrikios
Δεσπότης Σεβαστοκράτωρ μέγας δομέστικος
Kαῖσαρ Nωβελίσσιμος
03/07/2017 14.17
 
Email
 
Quota

Ribenvenuto ;)
[IMG]http://img527.imageshack.us/img527/7526/glaucookok.png[/IMG]
[IMG]http://www.medievalists.net/wp-content/uploads/2014/01/Fighting_between_Byzantines_and_Arabs_Chronikon_of_Ioannis_Skylitzes_end_of_13th_century..jpg[/IMG]
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/21/50/548997350.png         [/IMG]

"Quando ti senti eccezionalmente lucido, entusiasta, forte, quando ti senti in cima al mondo, capace di spostare le montagne, connesso al tuo sogno, all ' ideale, allora sai che hai il sole in tasca" S.B.
OFFLINE
Post: 15
[IMG]http://im3.freeforumzone.it/up/38/35/1267858010.png[/IMG]
Stratiotes
03/07/2017 15.07
 
Email
 
Quota

Grazie mille, ragazzi. Che simpaticoni [SM=g27988]
Bene, allora aprirò dopo una nuova discussione. Grazie della dritta, andry.
[Modificato da Lodovico Manin 03/07/2017 15.11]

"Quantunque siemo con l'animo molto afflitto e conturbà, pure dopo prese con una quasi unanimità le due Parti anteriori, e dichiarita così solennemente la pubblica volontà, anche Nu semo rassegnadi alle divine disposizion. [...] La Parte che se ghe presenta no xe che una conseguenza de quanto Le ha già accordà con le precedenti [...]; ma due articoli ne reca sommo conforto, vedendone assicurada con uno la nostra Santa Religion, e con l'altro li mezzi di sussistenza per li nostri concittadini Segretarj et altri benemeriti, ai quali tutti la vien promessa. [...] Xe necessario però accordar a sti Conferenti le facoltà indicate, mentre ne vien minacià sempre el ferro e el fogo se non se aderisce alle loro ricerche; e in adesso semo circondadi da 60.000 uomini caladi dalla Germania, vittoriosi ed in conseguenza liberadi dal timor dele Armi austriache. [...] Chiuderemo dunque, come ben se deve, col racomandarghe de rivolgerse sempre a Dio Signor e alla Madre sua santissima, onde i se degni dopo tanti flagelli, che meritamente per le nostre colpe i n'ha fatto provar, i vogia riguardarne con gli occhi della loro misericordia, e sollevarne almeno in qualche parte da tante angustie che ne opprime". (Lodovico Manin, ultimo doge della Serenissima Repubblica di Venezia, rivolto al Maggior Consiglio, nel corso della seduta tenutasi il 12 maggio 1797, giorno della caduta della Repubblica).
OFFLINE
Post: 15
[IMG]http://im3.freeforumzone.it/up/38/35/1267858010.png[/IMG]
Stratiotes
03/07/2017 20.07
 
Email
 
Quota

Scusate se vi do il tormento, ma mi potreste gentilmente aggiornare sullo sviluppo del progetto e sullo stato attuale dei lavori? Per poter avere un quadro più chiaro, anche per ciò che riguarda la ricerca storica.
Grazie ancora e scusate l'impertinenza, superiori. [SM=g9425]

"Quantunque siemo con l'animo molto afflitto e conturbà, pure dopo prese con una quasi unanimità le due Parti anteriori, e dichiarita così solennemente la pubblica volontà, anche Nu semo rassegnadi alle divine disposizion. [...] La Parte che se ghe presenta no xe che una conseguenza de quanto Le ha già accordà con le precedenti [...]; ma due articoli ne reca sommo conforto, vedendone assicurada con uno la nostra Santa Religion, e con l'altro li mezzi di sussistenza per li nostri concittadini Segretarj et altri benemeriti, ai quali tutti la vien promessa. [...] Xe necessario però accordar a sti Conferenti le facoltà indicate, mentre ne vien minacià sempre el ferro e el fogo se non se aderisce alle loro ricerche; e in adesso semo circondadi da 60.000 uomini caladi dalla Germania, vittoriosi ed in conseguenza liberadi dal timor dele Armi austriache. [...] Chiuderemo dunque, come ben se deve, col racomandarghe de rivolgerse sempre a Dio Signor e alla Madre sua santissima, onde i se degni dopo tanti flagelli, che meritamente per le nostre colpe i n'ha fatto provar, i vogia riguardarne con gli occhi della loro misericordia, e sollevarne almeno in qualche parte da tante angustie che ne opprime". (Lodovico Manin, ultimo doge della Serenissima Repubblica di Venezia, rivolto al Maggior Consiglio, nel corso della seduta tenutasi il 12 maggio 1797, giorno della caduta della Repubblica).
OFFLINE
Post: 2.239
[IMG]http://im3.freeforumzone.it/up/38/35/1267858010.png[/IMG]
Moirarchos
04/07/2017 08.59
 
Email
 
Quota

Io sto facendo i modellini degli insediamenti sulla strat map, glauco si è dato agli script e mi lancia qualche tonnellata di informazioni quando mi servono indicazioni precise di carattere storico
Quindi se ci sono dubbi chiedi, e se ci sono problemi rompi le palle a glauco, avrai risultati mirabolanti [SM=x2742452]
[Modificato da andry18 04/07/2017 09.00]

[IMG]http://i.imgur.com/F1MQ19A.png[/IMG]
"Per una scodella d'acqua, rendi un pasto abbondante; per un saluto gentile, prostrati a terra con zelo; per un semplice soldo, ripaga con oro; se ti salvano la vita, non risparmiare la tua. Così parole e azione del saggio riverisci; per ogni piccolo servizio, dà un compenso dieci volte maggiore: chi è davvero nobile, conosce tutti come uno solo e rende con gioia bene per male" - Mahatma Gandhi

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo." - Mahatma Gandhi

"You may say I'm a dreamer, but I'm not the only one" - Imagine, John Lennon

"ma é bene se la coscienza riceve larghe ferite perché in tal modo diventa più sensibile a ogni morso. Bisognerebbe leggere, credo, soltanto libri che mordono e pungono. Se il libro che leggiamo non ci sveglia con un pugno sul cranio, a che serve leggerlo? Affinché ci renda felici, come scrivi tu? Dio mio, felici saremmo anche se non avessimo libri, e i libri che ci rendono felici potremmo eventualmente scriverli noi. Ma abbiamo bisogno di libri che agiscano su di noi come una disgrazia che ci fa molto male, come la morte di uno che ci era più caro di noi stessi, come se fossimo respinti nei boschi, via da tutti gli uomini, come un suicidio, un libro dev'essere la scure per il mare gelato dentro di noi." - Franz Kafka

"Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L'indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.
L'indifferenza è il peso morto della storia. L'indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l'intelligenza. Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare. Tra l'assenteismo e l'indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un'eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch'io il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?
Odio gli indifferenti anche per questo: perché mi dà fastidio il loro piagnisteo da eterni innocenti. Chiedo conto a ognuno di loro del come ha svolto il compito che la vita gli ha posto e gli pone quotidianamente, di ciò che ha fatto e specialmente di ciò che non ha fatto. E sento di poter essere inesorabile, di non dover sprecare la mia pietà, di non dover spartire con loro le mie lacrime.
Sono partigiano, vivo, sento nelle coscienze della mia parte già pulsare l'attività della città futura che la mia parte sta costruendo. E in essa la catena sociale non pesa su pochi, in essa ogni cosa che succede non è dovuta al caso, alla fatalità, ma è intelligente opera dei cittadini. Non c'è in essa nessuno che stia alla finestra a guardare mentre i pochi si sacrificano, si svenano. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." - Antonio Gramsci

http://www.youtube.com/watch?v=_M3dpL4nj3Q
https://www.youtube.com/watch?v=QcvjoWOwnn4
OFFLINE
Post: 15
[IMG]http://im3.freeforumzone.it/up/38/35/1267858010.png[/IMG]
Stratiotes
04/07/2017 09.27
 
Email
 
Quota

Perfetto, andry. Gli mando subito una mail!

"Quantunque siemo con l'animo molto afflitto e conturbà, pure dopo prese con una quasi unanimità le due Parti anteriori, e dichiarita così solennemente la pubblica volontà, anche Nu semo rassegnadi alle divine disposizion. [...] La Parte che se ghe presenta no xe che una conseguenza de quanto Le ha già accordà con le precedenti [...]; ma due articoli ne reca sommo conforto, vedendone assicurada con uno la nostra Santa Religion, e con l'altro li mezzi di sussistenza per li nostri concittadini Segretarj et altri benemeriti, ai quali tutti la vien promessa. [...] Xe necessario però accordar a sti Conferenti le facoltà indicate, mentre ne vien minacià sempre el ferro e el fogo se non se aderisce alle loro ricerche; e in adesso semo circondadi da 60.000 uomini caladi dalla Germania, vittoriosi ed in conseguenza liberadi dal timor dele Armi austriache. [...] Chiuderemo dunque, come ben se deve, col racomandarghe de rivolgerse sempre a Dio Signor e alla Madre sua santissima, onde i se degni dopo tanti flagelli, che meritamente per le nostre colpe i n'ha fatto provar, i vogia riguardarne con gli occhi della loro misericordia, e sollevarne almeno in qualche parte da tante angustie che ne opprime". (Lodovico Manin, ultimo doge della Serenissima Repubblica di Venezia, rivolto al Maggior Consiglio, nel corso della seduta tenutasi il 12 maggio 1797, giorno della caduta della Repubblica).
OFFLINE
Post: 3.386
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/26/83/938850697.png[/IMG]
Patrikios
Δεσπότης Σεβαστοκράτωρ μέγας δομέστικος
Kαῖσαρ Nωβελίσσιμος
04/07/2017 21.42
 
Email
 
Quota

Appena risposto ;)
[IMG]http://img527.imageshack.us/img527/7526/glaucookok.png[/IMG]
[IMG]http://www.medievalists.net/wp-content/uploads/2014/01/Fighting_between_Byzantines_and_Arabs_Chronikon_of_Ioannis_Skylitzes_end_of_13th_century..jpg[/IMG]
[IMG]http://im2.freeforumzone.it/up/21/50/548997350.png         [/IMG]

"Quando ti senti eccezionalmente lucido, entusiasta, forte, quando ti senti in cima al mondo, capace di spostare le montagne, connesso al tuo sogno, all ' ideale, allora sai che hai il sole in tasca" S.B.
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 00.24. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com